Vicenza, stalker uccide l'ex fidanzata: era stato denunciato 6 volte

Tragico epilogo per un caso di stalking che era stato denunciato alle autorità almeno sei volte nel corso degli ultimi mesi: Gil Jesus Maria Paredes, 38enne dominicano pregiudicato e senza fissa dimora, ha ucciso a coltellate l’ex fidanzata Julissa Dilia Reyes Feliciano, sua connazionale di 26 anni e madre di una bimba di 2 anni.
L’omicidio è avvenuto in un hotel di Vicenza, dove l’uomo era riuscito a portare l’ex fidanzata dopo averla attesa all’uscita del night club in cui lavorava come ballerina di lap dance.
Una volta lì, in una dinamica ancora da chiarire, l’ha colpita con una decina di coltellate, uccidendola.
Poi, subito dopo l’omicidio, Paredes ha telefonato alla madre della ragazza e, ridacchiando, ha confessato il delitto - “finalmente ho ucciso tua figlia“.
E’ stata proprio la donna a chiamare le autorità e fornir loro il numero di telefono del killer, facendo partire subito le ricerche.
    L’arresto è avvenuto poco dopo, non lontano dal luogo del delitto: Paredes è stato rintracciato mentre camminava per strada dopo aver lasciato l’hotel in fretta e furia.
Ha ripetuto la sua confessione e consegnato l’arma del delitto, ancora conservata nella tasca dei pantaloni.
La morte di Julissa Dilia Reyes Feliciano è una di quelle che si sarebbero potuto evitare: lei, nel corso degli ultimi mesi, aveva più volte denunciato il 38enne per stalking.
Lui, che non si era mai rassegnato alla fine della sua relazione, le stava rendendo la vita un inferno, tra aggressioni, soprusi e minacce di morte.

Leggi tutto l'articolo