Vietatissime le bionde...ovunque ;)

 Più di 12.000.000 italiani fumano.
Che sia per vizio o per piacere, si accendono la bionda effimera  abitudinaria compagnia in barba agli allarmi sui rischi, ai costi quotidiani che a fine mese  sono andati , appunto, in fumo,  ai costi sanitari in caso di malattia.
Preoccupano i giovani: tra i 14 e i 17 anni pare, uno su dieci fumerebbe abitualmente.
Sui pacchetti di sigarette  ci hanno lavorato su giocando con immagini e didascalie  sul come spaventare di più   ma non si scriverà mai:                              *Lo Stato ha bisogno dei soldi dei fumatori.* Anche il fumo passivo fa malissimo: quel che sprigiona una sigaretta con tutti i veleni tossici  che contiene – e sono tanti, eh!-  resterebbe, dicono, sospeso nell'aria per circa cinque ore.
Quindi, a tutela della salute del cittadino,  il Comitato Nazionale di Bioetica ha emesso una *mozione contro il tabagismo*  proibendo il fumo anche in  luoghi aperti come parchi e spiagge, giardini pubblici, stadi, campi sportivi, risto...

Leggi tutto l'articolo