Virgilio nostro poeta

Mi è capitato di leggere, tra le righe di un'indagine storica, i cenni riferiti al poeta "romano" Virgilio.
Il riferimento alla "romanità" mi è dispiaciuto un pochino, perché il sommo poeta per noi mantovani è mantovano e basta.
E' pur vero che nacque nella Gallia Cisalpina nel I a.C., provincia romana, ma in tutte le sue opere Virgilio, parlando della terra natia ricorda solo Mantova.
Nell'Eneide accenna a Mantova ricca di antenati discendenti da tre stirpi diverse, probabilmente l'etrusca, la gallica e l'umbra, che vivevano sul territorio nativo.
Stirpi divise in quattro popoli.
Il nome Andes, questo il piccolo paesino rurale, alle porte della città, che gli diede i natali, gli ricordava uno di questi popoli: il Celtico o gallico.
Chi ha tentato di trovare l'etimologia di Andes, data per indiscussa la sua origine celtica, l'ha derivata dal sostantivo "and" nel significato di rivo, con il plurale "andes" dovuto ai numerosi corsi d'acqua di cui la terra pare fosse perco...

Leggi tutto l'articolo