Virginia Perini,Porno-sofia

da AFFARI ITALIANI Porno-sofia, il libro che porta il porno nella cultura Giovedí 13.05.2010 09:02 di Virginia Perini Chi è convinto che Emmanuel Lévinas e Slavoj Žižek, maestri del pensiero contemporaneo, non abbiano nulla a che vedere con Rocco Siffredi e Moana Pozzi si dovrà ricredere.
Dopo aver sostenuto la tesi innovativa secondo la quale le serie tv americane costituiscono il nuovo orizzonte artistico, il filosofo Simone Regazzoni torna a stupire occupandosi del legame tra filosofia e hard in un saggio dal titolo  Porno-sofia (Ponte alle Grazie).
"La porno-sofia si inserisce nel progetto di pop filosofia che ormai porto avanti da alcuni anni: un pensiero che si costruisce attraverso il pop.
E il porno, come ha affermato Sasha Grey, fa parte della cultura pop.
Anzi potremmo dire che è l’oggetto pop per eccellenza".
Uno dei punti di partenza per considerare l’osceno e scandaloso, degno oggetto di riflessione filosofica è dunque pensare alla sua diffusione e al suo grado di appeal verso il pubblico.
Tra un'intervista all'attrice Alessia Donati e un'analisi della "Fenomenologia dell’eros” di Lévinas, il filosofo genovese ricostruisce un legame rigettato da molti e da altri ritenuto indegno per arrivare a ipotizzare una accettazione democratica del porno al di là dei pregiudizi e dei luoghi comuni: "Agli occhi di alcuni filosofi tutto ciò può apparire una deprecabile perversione dell’amore per il sapere, ma in verità non c’è amore filosofico che non sia genuinamente perverso.
La maggior parte delle persone che sta leggendo queste righe avrà sicuramente frequentato siti hard, ma la regola è una: in pubblico non si può che male-dire il pop porno..." Pornosofia, un mix di filosofia e pornografia.
Di che cosa si tratta? Come si combinano i due concetti? "Partiamo dal termine che è anche il titolo del mio libro: Pornosofia.
Fu Franco Volpi, filosofo italiano recentemente scomparso, a scrivere su “Panorama”, nel 2007, che i tempi erano maturi per una “pornosofia”, vale a dire per una seria analisi filosofica del porno che mettesse da parte moralismi e perbenismo.
E credo avesse assolutamente ragione.
Così mi sono appropriato della formula e l’ho declinata a mio modo.
La pornosofia si inserisce nel progetto di pop filosofia che ormai porto avanti da alcuni anni: una filosofia che pensa e si costruisce attraverso il pop.
Non si tratta semplicemente di una filosofia applicata a oggetti pop, ma di una filosofia che si contamina con il pop.
E il porno, come ha affermato Sasha Grey, “fa [...]

Leggi tutto l'articolo