Virzì sogna un podio Phoenix-Marinelli

VENEZIA - La Giuria del Concorso, presieduta da Lucrecia Martel, con accanto Paolo Virzì, ha commentato: “I premi sono stati frutto di grande dialogo, con punti di vista molto differenti: sono una presidente di una giuria democratica, non c’era bisogno di essere tutti d’accordo”. Sull’affaire Polanski, risponde subito Virzì: “Garantisco che s’è parlato solo del film, del suo lavoro di regista, del processo produttivo, dell’uso degli attori.
Le polemiche che forse vi aspettavate non hanno riguardato la diuria”.
Lucrecia Martel sulla questione ha aggiunto: “La cosa peggiore che potremmo fare con un essere umano è allontanarlo dalla sua opera, Polanski rappresenta un caso fra molti, quindi non pensate che separare l’opera dall’uomo sia una cosa buona per l’uomo, che ha dimostrato di aver un punto di vista molto interessante sul mondo”. Sempre la presidente commenta il Leone d’Oro: “Per Joker è notevole che un’industria come quella americana, preoccupata dagli affari, si sia presa il risch...

Leggi tutto l'articolo