Vita lunga al Presidente Berlusconi

In  data 27/06/2008 , nel leggere il quotidiano “Il Giornale” mi sono soffermato su un articolo a firma di Paolo Guzzanti .
Visto l’argomento trattato,molto interessante e attuale,rispetto  a quanto accade nel n/s paese in merito alla giustizia o per essere più preciso,qual’ è l’uso che nel n/s paese  ALCUNI giudici “politicizzati”  fanno della giustizia, ho deciso di riportare il predetto articolo su  questo mio blog per dare modo di essere letto a quanti  si trovino a farmi visita  e  gli  fosse sfuggito  ai quali prego di volermi lasciare un loro commento anche su ciò che io stesso vado a scrivere.
Dopo  quanto sopra,come a tutti noto, il Sig.
Veltroni ,dimenticando quanto ha sostenuto durante la campagna elettorale e coerentemente mantenuto per qualche mese dall’inizio della legislatura   in questi giorni si è tolta la maschera,visto che oggi è in netto contrasto con se stesso.
Lo stesso infatti   si è cimentato a fare la stessa,scandalistica opposizione  del  compagno di cordata Di Pietro, grande “giustizialista “.
Stante questo stato di cose e tenuto conto  che il  Veltroni è un fans di Zapatero, invito lo Stesso a leggere il su menzionato articolo che non è un opinione dell’articolista ma UN FATTO del quale se non altro almeno per un fatto di coerenza con se stesso,ma non solo, ovviamente,non gli rimane che abbandonare  al suo destino il Di Pietro.
Per i compagni  di Veltroni  non so quali indicare,visto che in detto partito non c’è unità d’intenti .
Al di là  delle loro divisioni interni ,visto il recente atteggiamento di Veltroni  che  aveva avviato, una opposizione,nettamente diversa da quella del Di Pietro, per altro,  interessante per il paese perchè sana e produttiva oggi è consequenziale avanzare alcune ipotesi circa il cambio di rotta.
La prima di dette ipotesi,puo essere causata dalle agitazioni interne del suo partito e a cusa di ciò a Veltroni è venuto meno il coraggio di proseguire come correttamente  aveva fin qui fatto,(abbandono e non condivisione della  politica della estrema sinistra) ,temendo quindi di essere estromesso dal suo incarico di segretario PD.
ha trovato spunto dalla assurda , in produttiva,volgare e scandalistica  opposizione di Di Pietro”e ha repentinamente cambiato rotta.
La seconda ipotesi,visto che il governo Berlusconi,nonostante le obiettive difficoltà del paese, con una certa rapidità decisionale, ha iniziato a produrre molte cose concrete sull’annoso problema della giustizia,peraltro condivisa dalla [...]

Leggi tutto l'articolo