Vittoria, la mamma del bimbo morto: «Ho preso il telefono all'assassino»

Il loro figlio di 11 anni è stato ucciso, falciato ieri sera davanti alla sua casa di Vittoria (Ragusa) da un Suv guidato da un 34enne ubriaco che ha ferito gravemente anche un cuginetto coetaneo.
Completamente distrutti dal dolore. Sono seduti su due sedie dell'ospedale di Vittoria davanti alla sala mortuaria dove è stato ricomposto il corpicino di Alessio. I genitori di Alessio non hanno lacrime, sembrano due automi, inconsapevoli quasi della tragedia che li ha colpiti.
La madre di Alessio rivela un particolare agghiacciante: «Dopo l'incidente e vedendo mio figlio steso a terra sul marciapiede, cercavo un telefonino per chiamare il 118, l'ho strappato dalle mani di un uomo che non conoscevo, era l'assassino di mio figlio, ma io non lo sapevo».
UBRIACO E DROGATO
«Bevuto birra e preso cocaina». Mentre stava eseguendo gli esami clinici nei laboratori dell'Asp di Ragusa sulla eventuale positività ad alcol e droga Rosario Greco, il 34enne che alla guida di un suv ha travolto a Vittor...

Leggi tutto l'articolo