Vittorio Sgarbi tuona a Bergamo: “Uno scempio in Città Alta: sembra uno tsunami. I Sindaci devono avere il coraggio di dire no”. E ancora: “Bergamo non va cementificata e non è da grattacieli, va preservata”.

Bergamo (Europa 1/18-01-2009) – Invocato dai residenti di Bergamo Alta, alla fine è arrivato.
Nel giorno della vittoria dell'Atalanta sull'Inter (3-1), Vittorio Sgarbi, il noto critico d’arte nonché ministro dei Beni Culturali e Assessore alla Cultura di Milano, ora Sindaco del piccolo borgo siciliano Salemi, è intervenuto a Bergamo nel pomeriggio domenica 18 gennaio 2009 alla presenza di un folto gruppo di cittadini.
Non credeva a quanto gli era stato riferito, ma giunto davanti all’area interessata dalla frana nel cantiere per la realizzazione di un grande parcheggio, proprio sotto le mura dell’ex Parco Faunistico alla sommità del colle di Bergamo, non ha potuto fare altro che constatare l’immane scempio messo in atto dall’attuale Amministrazione.
Guarda i VIDEO della visita di Vittorio Sgarbi a Bergamo (Europa 1):   (Video e foto Copyright/Europa 1) Sentito da Sgarbi, il Sindaco Roberto Bruni, dal suo canto, conferma che non era d'accordo ma che non poteva farsi indietro.
E allora Sgarbi si chiede: “Perchè l'ha fatto? Bisogna avere il coraggio di dire no.
E' un ragionamento assurdo".
E ancora: "Certi interventi delicatissimi si fanno da altre parti, non a Bergamo.
Sembra quasi che a questa città, ogni sindaco, voglia dare meno di quel che merita".
I cittadini intervenuti, compresi alcuni consiglieri comunali e rappresentanti di associazioni sono tutti concordi con Vittorio Sgarbi, che ha ribadito: “Qualsiasi sindaco di Bergamo, di destra o di sinistra, dovrebbe comportarsi come un attivista del Wwf.
Questa città va chiusa in un bozzolo e conservata, non si faccia passare come progresso un buco nella collina o chissà cos’altro.
Sento anche parlare di grattacieli sparsi per Bergamo Bassa.
Ma per caso questo sindaco non vuole ricandidarsi, non vuole essere riconfermato? Certe cose si fanno a Dubai, non a Bergamo.
Ricordo poi a tutti i sindaci che le città non sono loro, ma sono di tutti, sono un bene dell’umanità, non dei singoli amministratori”.
Sgarbi ha poi aggiunto che cercherà di far bloccare tutto, chiamerà direttamente la Sovrintendenza ai Beni Architettonici, poi il ministro dei Beni Culturali.
La realizzazione del parcheggio sotterraneo all'ex parco faunistico, fin dall’approvazione, è sempre stata contestata e ritenuta pericolosa dai residenti della zona.
Il 12 dicembre 2008 viene notato un primo smottamento a ridosso della parete di contenimento e il 30 dicembre, una settimana dopo il terremoto in Emilia, c'è stato il crollo di parte del muro.
Approfittando della presenza di [...]

Leggi tutto l'articolo