Voto in Andalusia, crollano socialisti

(ANSA) – ROMA, 3 DIC – Nel voto di ieri in Andalusia, la sinistra perde la maggioranza, mentre l’estrema destra entra per la prima volta nel Parlamento regionale: una “svolta storica”, la definiscono i media spagnoli, nella regione che da 36 anni è stata ininterrottamente governata dai socialisti.
Secondo i dati forniti a scrutinio quasi concluso, il Psoe crolla dal 35,43% del 2015 al 27,97% di oggi.
I suoi 33 seggi su 109 (ne aveva 47 nella scorsa legislatura), insieme ai 17 ottenuti da Adelante Andalusia, risultano insufficienti a guadagnare la maggioranza assoluta (55).
Il partito di estrema destra Vox ottiene, invece, al suo debutto, il 10,96% dei voti, guadagnando i suoi primi 12 seggi.
Drastico calo anche per il Partito popolare che ottiene il 20,75% dei voti (26,76% nel 2015) e 26 seggi, mentre Ciudadanos balza in avanti dal 9,28 al 18,26%, passando da 9 a 21 seggi.
Le elezioni di oggi in Andalusia erano considerate anche un banco di prova per il governo socialista spagnolo di Pedro Sanchez.