Vulesse addiventari

Molti dei frequentatori di questo blog non sono calabresi e probabilemente non conoscono la canzone di sottofondo.
Inoltre non credo che nessuno abbia fatto un master in tradizioni popolari della Calabria....
Comunque come si è potuto intuire parla di briganti.
E' una canzone che io adoro (la versione è quella fatta da ZonaBriganti http://www.zonabriganti.it/page2.html) parla di lotta e di resistenza.
Una canzone nata dalla rabbia di un popolo sempre oppresso che ancora oggi non riesce ad essere libero.
una canzone che parte da uno dei tanti Sud del mondo e si rivolge proprio ad essi Ancora adesso il brigantaggio viene visto come un fenomeno sanguinario, secondo alcuni è l'origine delle mafie (falso).
In primo luogo esso ebbe differenti fasi, la canzone si riferisce all'ultima (la terza) quella rivolta contro i savoia e il neonato regno d'italia.
Nel brigantaggio si mischiarono differenti elementi.
vi erano fedeli e soldati del regno di borbone, vi erano delinquenti, gente che si dava alla macchia per sfuggire alle leggi piemontesi che imponevano nuove tasse e l'obbligo della leva.
ma vi furono tanti contadini che lottarono per la terre.
fin dopo la 2 guerra mondiale in Calabria come nella altre regioni del Sud erano ancora presenti vasti latifondi.
al momento dell'unità d'Italia venne promessa soprattutto la ridistribuzione delle terre che non fu mai fatta.
su internet si trova interessante materiale, anche se alcuni siti sono filoborbonici.
consiglio il libro "italiani brava gente?" di angelo del boca (http://www.ibs.it/code/9788854500136/del-boca-angelo/italiani-brava-gente.html) il quale contiene un interessante capitolo sul brigantaggio e sui crimini che vennero commessi dal neonato esercito italiano.
si potrebbe parlare di una vera guerra civile, in quanto vennero inviati oltre 100.000 soldati.
Vulesse addiventare surricillu nennane' vulesse addiventare surricillu nennane' ppe' me rusicare 'sti catine ca me stringenu lu pede ca me fannu schiavu ppe' me rusicare 'sti catine ca me stringenu lu pede ca me fannu schiavu Vulesse addeventari pisce spada nennane' Vulesse addeventari pisce spada nennane' ppe' putire subbitu squartare ntra lu fundu di lu mare 'sti nemici nuastri pe' putire subbitu squartare ntra lu fundu di lu mare 'sti nemici nuastri Vulesse addiventare 'na palumma nennane' Vulesse addiventare 'na palumma nennane' ppe' putire libera vulare e 'nguacchiare 'sti divise a tutt' 'e piemuntise pe' putire libera vulare e 'nguacchiare 'sti divise a tutt' 'e piemuntise Vulesse addiventare 'na tammorra [...]

Leggi tutto l'articolo