WSBK: PORTIMAO | RACE1, STREPITOSA VITTORIA PER SYKES CHE ORA VUOLE IL TITOLO!

Ormai Tom Sykes deve crederci! Deve crederci perchè ha gli Dei del motociclismo dalla sua parte! Deve crederci perchè è in sella alla moto migliore! Deve crederci perchè se arriva a piovere anche in Portogallo...E' sul serio il tuo anno.
Deve crederci perchè Max Biaggi dista ormai solo 14.5 punti con 3 manche ancora da disputare e 75 punti in palio.
La gara parte sulla distanza di 16 giri dopo la bandiera rossa che ha posto fine alla prima frazione in seguito all'incidente di Brignola la cui BMW S1000RR ha perso olio in pista e senza Melandri, Giugliano e Davies rimasti coinvolti nella caduta del ravennate.
Biaggi parte molto bene seguito da Laverty (che partiva dalla "pole" avendo chiuso la prima frazione al comando) e Sykes, l'asfalto è ancora umido, di difficile interpretazione e molti piloti, ma non tutti, guidano con cautela.
Tra i non tutti c'è Tom Sykes.
Il britannico della Kawasaki si libera facilmente sia di Laverty (andato subito in crisi di ritmo) e di Biaggi (difficoltà di set up per il romano) e va al comando girando su un ritmo insostenibile per tutti.  Da dietro anche Guintoli, seguito da Checa, supera la coppia Aprilia e raggiunge il 2° posto seguito come un ombra da Checa.
Lo spagnolo, con pista ormai asciutta, supera il francese del team PATA e aggancia Sykes quando mancano 4 giri alla fine.
Checa è più veloce ma non riesce a superare Tom, incrocia le traiettorie ma l'ultima curva, la veloce destrorsa che immette sul traguardo, favorisce Sykes grazie al possente motore della sua ZX-10R inoltre Tom, molto concentrato, quando capisce di aver il campione del mondo dietro al suo codone aumenta il proprio ritmo provando a staccarlo, intento che riuscirà senza "apparenti" problemi.
Mentre li davanti si giocano i primi due gradini del podio Guintoli è comodamente 3° e, incredibilmente, Biaggi si deve difendere dagli attacchi del giovane McCormick (Ducati Effenbert).
Il canadese guida benissimo, è concentrato e fatica a superare Max solo perchè la sua Ducati 1098R è visibilmente inferiore alla missilistica RSV4 del romano.
I due vengono raggiunti a 2 giri dalla fine da Rea, tuttavia l'irlandese non riuscirà ad inserirsi nella lotta italo-canadese.
In virtù della vittoria, dello 0 di Melandri e del 4° di Biaggi Tom Sykes sale al 2° posto in classfica generale superando Melandri, a soli 14.5 punti da Max CLASSIFICA DI CAMPIONATO: http://www.worldsbk.com/it/stagione/standings?p_S_Campionato=SBK&p_Anno=2012&p_PilotiCostruttori=P Portimao - FIM Superbike World Championship - Race 1   1. Tom [...]

Leggi tutto l'articolo