Wada dal 2020 vorrebbe vietare caffeina e nicotina

 
Esistono regole disciplinari, alimentari o di qualsiasi genere siano, fanno parte della vita di uno sportivo e ne determinano diritti e doveri. L’antidoping, a tal proposito, segna i confini tra sostanze che possono essere assunte o meno, con elementi a volte sorprendentemente vietati. Anche quest’anno la WADA, l’Agenzia mondiale antidoping, ha emesso la sua circolare con l’elenco dei divieti da rispettare per il 2019.
Un documento di otto pagine trasmesso dalla FIFA e fatto trapelare dal quotidiano Sport, con una serie di prodotti droganti diviso tra tre diverse fasce: sostanze sempre severamente vietate, altre proibite solo durante la competizione e altre ancora bandite solo in determinati sport. Per il calcio, ad esempio, non esiste alcun elemento esclusivo che non è possibile assumere. Della prima lista fanno parte i classici anabolizzanti, ormoni, fattori di crescita, agenti mascheranti e di manipolazione chimica e fisica, mentre nella seconda appaiono gli stimolanti, i narcoti...

Leggi tutto l'articolo