Wanda Nara: «Io libera e bella. Non vorrei Cr7, per me c'è solo Mauro Icardi»

Wanda Nara non è solo la signora Icardi. Ora disegna moda, vende la sua Wan Collection. Niente lusso. È una collezione «per le donne che fanno tante cose, proprio come me». A Wanda Nara piace sognare e non nasconde di essere scaramantica («un anno fa ho lasciato il pannolone sporco a Isabelle per tutta il tempo di Lazio-Inter, ha portato fortuna»). Ha due numeri nella vita (il 9 e il 27, ndr), un presente in tv («Quando vado a Tiki Taka sono i miei figli che mi aggiornano su tutto...»), un futuro ancora misterioso in radio.
È un modo per dire anche basta calcio in casa?
«In casa con tre piccoli maschi si mangia calcio, si respira calcio, si pensa solo calcio. Avevo voglia di fare qualcosa insieme a Francisca e Isabelle, pensando al loro futuro».
È ispirata a loro?
«Sì, ci sono messaggi belli che invitano a sognare».
Si sente una mamma sexy?
«Io sono una mamma normale che porta a scuola i figli, li porta a giocare a calcio, poi alla sera va a litigare per il contratto di suo marito».
M...

Leggi tutto l'articolo