Windows XP, visualizza file nascosti

Chi utilizza il sistema operativo Microsoft Windows XP, sa bene che i file e le cartelle possono essere visualizzabili o meno a seconda che tali elementi siano "nascosti" e che venga attivata o disattivata l'opzione che ne permette la visualizzazione.
Questa funzionalità è utile per chi volesse mettere una informazione a riparo da sguardi indiscreti o, in maggior modo, per visualizzare solo i file non nascosti al fine di preservare quelli che invece lo sono da errate operazioni di cancellazione o spostamento.
Nel resto di questo articolo vedremo come attivare o disabilitare la visualizzazione dei file nascosti...
Per gestire l'opzione "Cartelle o file nascosti" procedere nel seguente modo: Aprire una qualsiasi cartella presente nel nostro hard-disk; Nel menu testuale della cartella aperta scegliere "Strumenti" e successivamente la voce "Opzioni cartella..."; Verrà aperta una finestra dal titolo "Opzioni cartella" la quale contiene 3 schede: "Generale", "Visualizzazione", "Tipi di file"; Scegliamo la seconda scheda "Visualizzazione"; Essa si compone di due blocchi funzionali: "Visualizzazione cartelle" e "Impostazioni avanzate"; Proprio sotto il blocco "Impostazioni avanzate" troveremo un elenco riguardante le opzioni di visualizzazione di file e cartelle tra cui le due voci che ci interessano: "Non visualizzare cartelle e file nascosti" e "Visualizza cartelle e file nascosti"; A questo punto possiamo scegliere una delle due opzioni, clicchiamo su "Applica" e poi su "OK"; Attivata l'opzione "Visualizza cartelle e file nascosti" dovremmo vedere, relativamente a questi elementi, le icone leggermente più "chiare" di quelle delle cartelle e file non nascosti.
In ogni caso teniamo a ribadire il concetto che per un neofita o un utilizzatore  "sbadato" è meglio lasciare attivata l'opzione che inibisce la visualizzazione degli elementi nascosti al fine di evitarne la cancellazione o lo spostamento perché molti di questi file o cartelle sono fondamentali per il corretto funzionamento del computer, quindi occhio!

Leggi tutto l'articolo