Wolverine, l'immortale

La vita eterna può essere un dono, ma anche una disgrazia.
Portatrice di morte delle persone che ci circondano e guaritrice di ferite impossibili da rimarginare.
Il viaggio di Logan continua anche nel 2013.
Il nuovo attesissimo capitolo "Wolverine, l'immortale" arriverà, infatti, nelle sale cinematografiche il prossimo giovedì 25 luglio.
In un presente fatto di rimorsi e disperazione, dopo vite e secoli di lotta, il nostro eroe si deve confrontare con la morte.
La scomparsa di Jin lo ha distrutto dentro.
Ed è proprio da lì che deve ripartire.
Da un allegorico pozzo senz'acqua dentro cui dovrà affrontare la sfida più difficile di tutta la sua esistenza: rinunciare ai suoi poteri o continuare a essere un uomo giusto pronto a sacrificare se stesso per il bene.
Concetto complicato questo anche per Hugh Jackman, ormai simbolo degli X-Men del XXI secolo con quel Wolverine che sembra essergli cucito addosso da quanto calza.
Artigli d'adamantio contro una vipera velenosa, Viber, aiutati questa volta però, in terra d'oriente, da una veggente di morte munita di coltelli e senza paura della Yakuza.
La storia se si può è ancora più lacunosa del solito e se non si sono visti i capitoli precedenti si fa fatica a seguire il tutto.
Nonostante questo, per gli amanti del genere, è un film da vedere anche se con qualche emozione in meno.
Da non perdere di certo il colpo di scena post-titoli di coda, capace di lanciare il prossimo capitolo rimettendo in gioco tutto ciò che è successo finora e lasciando il pubblico senza parole.
    Matteo Castelnuovo

Leggi tutto l'articolo