Wu Ming Havana glam

 
Anno 2045. Dopo la guerra totale del 2021, un semi-clandestino governo degli Stati Uniti esercita il proprio futile dominio su un pianeta quasi completamente devastato, il cui emisfero boreale è immerso nell'inverno atomico e quello australe scosso da conflitti regionali (come quello tra India e Pakistan).
La tecnologia del 2045 - supportata dalla mobilitazione degli "empati" già comparsi in Libera Baku ora – rende tecnicamente possibili i viaggi nel tempo, anche se sono accessibili solo date relativamente recenti, c'è un margine d'errore di almeno dieci anni, e non sono prevedibili le conseguenze sul continuum temporale, quindi sul presente da cui partono i "temponauti". A dispetto di tali incertezze, il governo Usa decide di avviare una missione temponautica, per cercare di influenzare in positivo gli eventi degli ultimi cento anni, e scongiurare il declino degli Usa come superpotenza. La follia suicida del capitale è disposta persino all'autoannihilimento in questo continuum pur d...

Leggi tutto l'articolo