XIX edizione di Frammenti d’Antico, Ettore Bassi e Annalisa Ciarlante protagonisti del vicolo dell’Amore

BAGNOLI DEL TRIGNO – Ore frenetiche quelle odierne a Bagnoli del Trigno dove l’intera comunità sta ultimando gli ultimi dettagli in vista della XIX edizione di Frammenti d’Antico prevista per la giornata di domani.
L’evento, riconosciuto come manifestazione prevalente della Regione Molise, è giunto dunque al suo 19° appuntamento.
Frammenti, infatti, condotto per tutti questi anni da un’abile regia, ha saputo sempre rinnovarsi, regalare novità, proporsi in forma snella e gradevole.Anche per l’edizione targata 2013, infatti, la macchina organizzativa ha predisposto delle ricche novità, per stuzzicare ancor di più la curiosità dei tanti visitatori che ormai da tempo decidono di trascorrere il 18 agosto tra i vicoli di Bagnoli del Trigno.
Quest’anno è stato allestito un vero e proprio vicolo dell'amore, molto caratteristico, in cui si potranno fare le foto con Ettore Bassi e miss Molise.
A tutte le donne che faranno la foto l’attore Bassi regalerà una rosa: una foto una rosa.
Nello stesso vicolo ci sarà una bocca di Cupido in cui gli innamorati potranno inserire il loro messaggio d'amore e davanti ad essa potranno immortalarsi con uno scatto fotografico.
Piacevoli e succose novità sono previste anche nel variegato menù di piatti tipici.
Le ciammaruche e la patana d la duchessa, un impasto di patate e baccalà con oli essenziali di piante aromatiche coltivate nei campi di Bagnoli, .sono le novità del 2013.
Attingendo al passato, la manifestazione ha reso possibile un mix di rievocazioni storiche, leggende e fantasie, tali da creare un coacervo di momenti spettacolari che coinvolge l’ignaro ospite sino ad immergerlo in un’atmosfera magica e fatata, a tenerlo sospeso sino alla fine, quando, ormai stanco, torna a casa consapevole di aver vissuto intensamente dei momenti che difficilmente potrà dimenticare.
A tutto questo contribuisce la bellezza del luogo, l’enorme roccia che s’erge al centro del paese, l’imponenza del castello che la sovrasta, il campanile di San Silvestro che spicca su uno spuntone, l’omonima chiesa che s’incastra tra essi.
“I vicoli del borgo antico, la piazzetta che fa da cavea e platea naturale, le stradine che salgono e scendono, illuminati come un antico presepe, si animano di gente all’inverosimile, ed allora sono canti e balli, cori e risate, degustazione di sapori antichi, il passare da una postazione all’altra con un calice di vino che accompagna l’incedere allegro, tra fate e streghe, storia e leggenda, fuochi e fantasie.
Tutto questo è Frammenti [...]

Leggi tutto l'articolo