XXII Domenica del tempo ordinario (B) Entrare e uscire

XXII domenica del tempo ordinario
Dt 4,1-2. 6-8; Sal 15 (14); Gc 1,17-18.21-27; Mc 7,1-8.14-15.21-23
Entrare e uscire
Una scelta compiuta dalla liturgia odierna è di saltare vari versetti all'interno di tutte e tre le letture. Si tratta di opzioni rischiose, specie quando si modificano contesti pressoché indispensabili per conseguire una comprensione non superficiale del brano. Nella parte finale del Vangelo di questa domenica, in sostanza, non sono presenti i versetti che consentono di cogliere la duplice ambientazione tra quanto detto alla folla e quanto spiegato ai discepoli. La doppia scena (presente anche altrove, cfr. per es. Mc 4,1-10) attesta, nella sua seconda parte, il senso attribuito dall'evangelista alle parole di Gesù.
La costruzione retorica dell'ultima sezione è giocata sull' «entrare» e sull'«uscire». Dapprima rivolto a tutti Gesù afferma che «non c'è nulla al di fuori dell'uomo che entrando in lui possa renderlo impuro. Ma sono le cose che escono dall'uomo a renderlo ...

Leggi tutto l'articolo