YAMAHA CI DICE CHE..IN SUPERSPORT E SUPERBIKE..

la yamaha sistemata la faccenda Lorenzo (ma per un anno) ha ora ben altri problemi in superbike e supersport.
Parliamo di Ben Spies che scalpita per andare in motogp l' anno prossimo.
Del figliol prodigo Cal Crutchlow che è fortemente tentato dalla moto2 di Gresini pur avendo in mano, anzi il sedere sulla sella della yamaha r1 superbike del team motor Italia per l' anno prossimo.
Tom Sykes sembra in procinto di lasciare il team (per quale destinazione?) a favore di Alex De Angelis che avrebbe gia parlato con i vertici di yamaha motor italia.
Un posto, quello di Tom, prima promesso a Crutchlow nel caso vincesse il mondiale supersport e poi a Leon Camier, attualmente in testa al british superbike con il team Yamaha Airwaves.
Insomma  tanta tanta confusione in seno ad un team che di certo non ha fatto dell' organizzazione la sua bandiera (ne sa qualcosa il texano che di nome fa Ben).
In supersport la nuova r6 2010 potrebbe non avere il supporto della casa madre.
Notizia di oggi.
Yamaha ritira ufficialmente le sue r6 dal mondiale per le 600cc derivate dalla serie.
Lo sviluppo potrebbe andar avanti grazie a singoli team supportati in maniera non ufficiale oppure lasciati liberi di sviluppare da se le proprie moto.
In supersport se si esclude il team Ten Kate e il team Yamaha, nessuno è "ufficiale" ovvero gestito direttamente dalla casa madre.
Indubbiamente un campionato di soli team privati o semi-ufficiali porta a maggior competizione e ad un abbassamento dei costi (e purtroppo, delle prestazioni).

Leggi tutto l'articolo