Zanardi tira le orecchie a Valentino Rossi

Quanto accaduto nel corso del Gp della Malesia tra Marc Marquez e Valentino Rossi continua a tenere banco ad oltre un mese di distanza.
L'epilogo di Valencia con la vittoria di Jorge Lorenzo, poi, non ha fatto altro che montare ulteriormente le polemiche. Sulla vicenda è intervenuto anche il campione paralimpico Alex Zanardi, ospite a Firenze per la presentazione delle iniziative delle onlus Dynamo Camp e Sport senza Frontiere. "Penso che, con il senno di poi, i protagonisti avrebbero preso delle scelte diverse - ha detto l'ex pilota di Formula 1 -.
Questo vale per tutti, per Rossi, Lorenzo e Marquez.
È accaduto qualcosa che ha poco a che fare con lo sport".  "Vale con la sua esperienza avrebbe potuto gestire meglio la parte centrale della stagione, all’inizio Marquez era anche un suo alleato.
Se poi qualcosa è cambiato è forse anche per colpa di Rossi stesso, una colpa però non così grave da portarlo al perdono di Marquez.
È il bello e il brutto dello sport, spesso si devono prendere delle decisioni in millesimi di secondo.
E capita spesso di prendere le scelte sbagliate.
Ha comunque vinto un grande campione.
Vale ha fatto una stagione eccezionale e Marquez rimane l’erede naturale logico di Rossi", ha poi aggiunto Zanardi.

Leggi tutto l'articolo