Zanzara tigre : Sanzioni per chi non fa la prevenzione

Il Comune fa la sua parte con interventi che, per l'estate alle porte, si annunciano belli tosti.
Dopo la campagna avviata in primavera e tuttora in corso con 70 mila pastiglie antilarve posizionate nei tombini, è partita ieri la disinfestazione sugli esemplari adulti: «Verrà ripetuta ogni quindici giorni – spiega l'Assessore all'Ambiente Massimo Bandera – e quest'anno riguarderà molte più aree con particolare riguardo ai parchi e alle strutture pubbliche come ospedali e case di riposo, mentre asili e scuole sono in carico all'Asl».In via Goltara kit antilarveLa campagna proseguirà fino a ottobre, accanto ad altre misure come la lotta biologica con l'allestimento nei parchi delle cosiddette «bat box» per i pipistrelli e la distribuzione gratuita, a partire dal 20 giugno, dei kit di pastiglie antilarve alla piattaforma ecologica di via Goltara.
Un modo per sensibilizzare ulteriormente i cittadini sull'importanza di intervenire anche nelle proprietà private: «A questo proposito – aggiunge Bandera – proseguirà l'attività delle guardie ecologiche volontarie sui cantieri e dai gommisti per evitare che vengano lasciati depositi di acque stagnanti, habitat ideale alla proliferazione dell'insetto: il caldo e l'umidità agevolano infatti la diffusione della zanzara tigre».Infine l'annuncio, di un giro di vite: «Quello che il Comune poteva fare lo ha fatto – conclude l'assessore all'Ambiente – quest'anno, dopo anni di campagne informative e di sensibilizzazione, non escludiamo qualche sanzione nel caso in cui si contravvenga alle prescrizioni dell'ordinanza in vigore da marzo».
(da Eco di Bergamo,26-5-11)

Leggi tutto l'articolo