afrin citt preda ribelli che saccheggiano centinaia migliaia civili fuga

Afrin, la città in preda ai ribelli che saccheggiano: centinaia di migliaia di civili in fuga DAMASCO (AsiaNews/Agenzie) - I gruppi ribelli siriani - al cui interno operano numerosi movimenti radicali islamici - che hanno sostenuto l’esercito turco nella conquista di Afrin (enclave curda nel Nord della Siria, caduta il 17 marzo scorso) ora saccheggiano e rubano quasiasi cosa nelle case private e nei negozi della zona.
Per Erdogan la caduta di Afrin è la pietra miliare nella lotta contro le milizie curde Ypg (Unità di Protezione Popolare), che egli considera collegate ai gruppi “terroristi” curdi del Pkk (Partito curdo dei lavoratori), protagonisti di una decennale lotta per l’indipendenza.
Testimoni oculari ad Afrin raccontano che, in queste ore, gruppi combattenti hanno fatto irruzione in negozi, ristoranti e case, rubando cibo, equipaggiamenti elettronici, coperte e altri beni di prima necessità .

Leggi tutto l'articolo