allegra gioia... liberamente

           Una parte essenziale della nostra condizione è sapere come dire "No, non lo accetto"e affermare noi stessi su ciò che è negativo per noi.Abbiamo un'alternativa? Non farlo, abbandonati al nichilismo che è come fermare larespirazione, perché anche quando respiriamo affermiamo noi stessi, che cadrebbe,precisamente, nel risentimento più riprovevole.Sarebbe troppo importante per se stessi e non accettare le profondità della vita:il suo non senso.Assumerlo, ricordarlo in ogni momento e allo stesso tempovivere con la più grande forza:questo è ciò che ci viene richiesto.La cosa essenziale qui è l'accettazione del dolore, non per evitare o cercare disopprimerlo come gli asceti.Perché forte, come ha sottolineato Nietzsche,non è chi è chiuso in se stesso, nelle sue certezze, nella sua arroganza,ma chi sa aprirsi agli attacchi del destino e può amarli nonostante tutto.Chi può dire: "Amo la vita per tutto ciò che è, e se solo ha dolore per me,è per questo che lo amo anche io".infat...

Leggi tutto l'articolo