amato presidente? poco amato dagli italiani che si ritrovarono derubarti dei soldi in una notte,

 poco amato dagli italiani che si ritrovarono derubarti dei soldi in una notte,talmente intelligente e pure disonesto che li prese da tutti,pure dai poveracci,io ne fui una vittima,ma fummo tutti vittime,bastava avere anche un libretto di risparmio che lui ciappava, adesso mi si dirà ma era per risanare,ma uno che poi si diceva socialista i soldi li avrebbe presi dove stavano,ma lui siccome aveva il pallino della giustizia li prese a tutti,perchè il motto era ed è,i poveri hanno poco o nulla,però sono tanti e fanno soldi per lo stato,i ricchi sono pochi e non bisogna toccarli che sono specie protetta da sempre.
Oltre a questo chi è amato,dunque incassava soldi sporchi senza sapere la provenienza, pare fosse cieco,sordo e muto ai tempi che era il tesoriere del psi,per la stessa cosa craxi divenne latitante e lui presidente del consiglio,consigliò di tenere la bocca chiusa   alla vedova di un ex senatore e sottosegretario del partito socialista italiano, Paolo Barsacchi,perchè così fanno tutti, e poi altre squisitezze del genere,insomma pare che napolitano a confronto sia una mammola, lui napo  che pure il pizzo sui biglietti aerei e compagnie varie e comunista preferito degli americani,insomma i due se la battono in quanto a poco chiarezza e nebbie secolari dove hanno sguazzato alla grande fra il 900 e il 2000,basti pensare che se sono amati da berlusconi,io credo che tutto il comparto della società italiana che va da rebibbia a opera e a san vittore dove la mafia è dentro ma pure quella fuori applaude, li vogliono questi due ,gli vogliono bene,ma che farà renzi,ma dirà di sì,altro mammolo che pure lui ha guai con la giustizia ,inseguito da maiorano in tutto quello che fu il suo passato politico,ma la colpa di tutto è di grillo,si di grillo,che esiste e rompe le palle, pensate i grillini vogliono l'onestà,vi pare cosa seria da proporre alla politica italiana,ma scherziamo,meglio amato ,uomo sicuro,il passato che continua imperterrito,lo chiamavano ai tempi topolino,cioè detta con parole povere  sorcio,zoccola e bestia immonda,portatore di malattie e pesti di vario genere, questo sarebbe il futuro presidente?     Durante il suo primo mandato da presidente del Consiglio, a fronte della situazione finanziaria, il suo Governo approvò, l'11 luglio 1992, un decreto legge da 30.000 miliardi di lire in cui tra le altre cose veniva deliberato (retroattivamente al 9 luglio) il prelievo forzoso del sei per mille dai conti correnti bancari per un "interesse di straordinario rilievo", in relazione a "una [...]

Leggi tutto l'articolo