berlusconi cura la crisi con l'inflazione della sua faccia,

berlusconi cura la crisi con l'inflazione della sua faccia, foto che riprende un politico straniero a villa certosa,non per le nudità, ma per lo schifo che provo io pensionata a 500 euro mensili al mese nel vedere come i soldi che mi spillano finiscano ad alimentare orge, la foto è presa dal giornale el pais,cioè dalla spagna, e berlusconi si dimetta, che non ne possiamo più basta pietà, è diventato uno schifo, se guardi la tv te lo trovi ovunque,capisco è vanitoso, ma adesso è troppo, se cura la crisi così ci resterà la sua faccia, che a dire il vero mi fa schifo, io ho bisogno d'altro, si di giustizia ma per me, ossia che se denuncio il tempo dalla denuncia alla fine sia il minimo indispensabile perchè io possa poi usufruire,godere della giustizia chiesta, delle sue cose con la giustizia me ne frego alla grande, se ha corrotto i giudici, e lo fa chi ha soldi, vada in galera e ci resti, che ne abbiamo i cabassi pieni, delle sue cose da ricco.
Oggi un presidente del consiglio deve pensare a salvare posti di lavoro, alla sicurezza, alle pensioni da fame che prendiamo, alle donne che non siano burkizzate, non penetrate a villa certosa,dever pensare a noi, invece due anni è lì,è due anni che rompe a tutte le ore con i fatti suoi, si dimetta, che non è vero che gli italiani tutti lo hanno votato, la matematica non è un opinione, e siamo 60.milioni, e la casa dei ladri ha preso 15mulioni di voti, ossia un quarto degli italiani amano berlusconi, tequarti ne hanno le palle piene Il premier interviene all'assemblea degli industriali monzesi "C'è una frangia della magistratura che mi attacca da 15 anni" Berlusconi contro Repubblica "'Ribellatevi ai giornali anti-italiani" "Voi pensate a produrre, alla democrazia e alla libertà ghe pensi mi" La Marcegaglia: "Rimbalzi le polemiche e faccia le riforme" MONZA - Berlusconi torna ad attaccare Repubblica e la stampa straniera e, ancora una volta, la seconda dopo la convention dei giovani industriali di Santa Margherita (VIDEO) lo fa davanti ad una platea di imprenditori che il premier invita alla "ribellione generalizzata" contro "un giornale che non ha avuto limiti nel gettare discredito sul governo e sul Paese e ad imbeccare i giornali stranieri".
Un invito al boicottaggio di fronte alla Confindustria brianzola e una porta chiusa in faccia al presidente degli industriali che poco prima, dallo stesso palco, aveva chiesto al premier di "rimbalzare le polemiche".
Il presidente del Consiglio non ci pensa un attimo e torna all'attacco a testa bassa.
Tanto da dire agli [...]

Leggi tutto l'articolo