cancro

Indice delle voci di questa pagina: Cancro, Capogiri, Carezze, Carie, Cateratta, Cattivo odore della pelle, Cellule staminali, Cheratite, Ciclammato, Cipolla, Cirrosi epatica, Cisti idatidea del fegato, Cisti del pancreas, Cisti ovarica, Cistite, Claudicazione intermittente, Clistere, Colazione, Colecistite, Colemia, Colera, Colesterolo, Colica intestinale        Cancro       Si dovrebbe chiamare così solo il tumore maligno.
      Secondo l’igienista Fry quello che viene chiamato cancro nel 95% dei casi è un tumore benigno che potrebbe essere curato con l’igienismo, magari con uno o più digiuni lunghi e anche una metà dei veri cancri potrebbero essere sconfitti con molta perseveranza (Ig40p27).
      Secondo un altro igienista, a volte i medici diagnosticano bugiardamente il cancro per indurre i familiari alla rassegnazione in previsione dell’insuccesso di un intervento chirurgico o di una terapia.
      Così fu nel caso di un conduttore televisivo che, secondo l’articolista, non aveva mai presentato i sintomi del cancro ma piuttosto quelli dell’artrosi (LH16p1 - 4).
      (Oltre tutto passare per capace di guarire il cancro procura molto prestigio e lavoro alla classe medica e quindi le conviene diagnosticare il cancro ad ogni minimo sintomo.
      Vari decenni fa una rivista pubblicò un articolo intitolato "Quel paziente sta benissimo: operiamolo!" In esso si raccontava che alcuni medici diagnosticavano falsamente ai loro pazienti un tumore e li indirizzavano verso una clinica privata, in cui lavoravano dei chirurghi "bravissimi", poi si dividevano equamente il guadagno, finché non finirono tutti in tribunale).
      Shelton piuttosto affermava che la medicina ufficiale non sa curare neanche il raffreddore e tuttavia afferma di poter curare il cancro (Ig53p8).
      Un libro di patologia mostrava delle formazioni cancerose a forma di palline; poi i medesimi organi senza le palline, dopo un trattamento medico.
Vedendo tale cambiamento anche un igienista può avere un momento di crisi e pensare: "Perbacco! Ma allora la medicina riesce a fare qualcosa di serio contro il cancro…" Ma subito dopo, ricordando come vanno le cose in questo campo, ridimensiona la sua sorpresa pensando che quelle palline erano un sintomo e che sono state fatte sparire come tanti altri sintomi dalla medicina ufficiale senza rimuovere le vere cause del tumore; e che, probabilmente, dopo un po’ di tempo le palline ricompariranno e il malato si sentirà peggio di prima delle terapie [...]

Leggi tutto l'articolo