carote o cipolle?

Elmiro cucinava verdure bollite nella sua piccola cucina.
Nel mentre, sfogliava le pagine di un piccolo libro zen.
Osservava le verdure e intanto leggeva, cercando di carpire i segreti di quella filosofia.
Poi l'illuminazione sopraggiunse improvvisa.
Insomma: siamo come le carote, piene, arancioni, che nell'acqua bollente stanno sul fondo, oppure siamo come le cipolle, bianche, vuote e che galleggiano.
Condizioni filosofiche, il pieno e il vuoto, il colore e il non-colore.
E noi chi siamo? Io chi sono? Sono cipolla o sono carota? Elmiro rovesciò l'acqua nello scolapasta e mentre rifletteva assorto, alcune gocce d'acqua bollente lo scottarono facendolo urlare di dolore.

Leggi tutto l'articolo