civiltà?! progresso?! non esageriamo

Leggevo un post di Marco Piccolo,    IL CASO DEL GIORNO, TOGLIETEMI LA VITA, PER CARITÀ ...mi sono soffermata su quelli che si accaniscono nel decidere della vita di un altro essere umano.
Perché in una società pseudo civile ed evoluta si costringono altri individui a scelte che, per alcuni possono essere validissime, ma non per tutti?  Terribile è uccidere ma ancora più terribile è pretendere di imporre la vita.  Se comprendiamo di non avere il diritto di decidere arbitrariamente della morte morte di un altro essere a maggior ragione non possiamo  imporgli la vita.
E neppure il NOSTRO modo di vedere ed intendere la vita.
Una giovane donna di 19 anni viene uccisa nel sonno dai genitori islamici In Germania - Fa sesso prima delle nozze, ragazza ...
in realtà l'imposizione sui nostri simili, senza rispettarne la libertà, è cosa assai antica.
Con la conoscenza e consapevolezza avremmo dovuto crescere e divenire liberi e lasciare l'altro libero di fare ciò che vuole purché non danneggi noi stessi o i nostri cari e, oggi, anche l'ambiente.
Così, da secoli, millenni, nulla è cambiato.
I Catari furono sterminati da un papa che non voleva che qualcuno seguisse e mettesse in pratica le parole di Gesù.  Chi è davvero libero oggi?!! non saprei.
A volte mi rendo conto di non esserlo nemmeno io che ricerco da quando sono nata la Verità, la Conoscenza, la Consapevolezza, l'Amore.
Ma forse non abbiamo bisogno, o non siamo ancora in grado di viverla la Vera Libertà.
Ma almeno cominciare a sentirne il profumo meraviglioso.
Ma per poter lasciare ad altri la libertà di abortire, morire, adorare il sole, baciare la terra, parlare con le piante, salire sulle montagne dobbiamo essere noi stessi liberi.
Esserlo, non credere di esserlo.
Ed è quando lasci che l'altro che ami possa allontanarsi da te senza implorarlo o minacciarlo per farlo restare.
Quando non giudichi, non imponi, non pretendi di far valere la tua volontà sugli altri, e tantomeno di farli diventare uguali a te, vuol dire che sei già sulla strada dell'Amore.
Per sapere quanto siamo in grado di amare dobbiamo  renderci condo di quanto siamo liberi.  L'Amore si nutre di Libertà, totale, vera, leggera e possente.
Per questo chi vuole cambiare il mondo non può che cominciare da se stesso.
Dentro la chioma dei miei amatissimi alberi d'ulivo ho sentito che vi era un punto dentro di me che aveva cristallizzato l'antica sofferenza.
Ormai vissuta e sperimentata.
Dovevo solo riscaldare quel punto e lasciare che il dolore si sciogliesse come neve al sole.  Ed [...]

Leggi tutto l'articolo