coraggio della fenice

 WALLACE STEVENSDEL MERO ESSERE La palma alla fine della mente, oltre l'ultimo pensiero, sorge nella scena bronzea,un uccello dalle piume d'oro canta nella palma, senza senso umano, senza sentimento umano, un canto strano.Sai allora che non è la ragione a farci felici o infelici.
L'uccello canta.
Le piume splendono.La palma svetta al limite dello spazio.
Il vento muove piano nei rami.
Le piume infuocate dondolano giù. i versi vengono dal meridiano mondadori, a cura di massimo bacigalupo, stanno alle pagine 984 e 985.
la raccolta da cui sono tratti in origine è intitolata  "Opus postumum"l'immagine di oggi, il "Pericle" di Giorgio De Chirico.questa la spiegazione dell'autore:"Il Pericle che vi presento è guercio e per nascondere quest'infermità egli porta il suo elmo ficcato in testa fino a mezzo naso; cionondimeno egli ha uno stile e una certa eleganza, soprattutto quando con gesto sciolto egli getta un lembo della sua clamide sulla spalla sinistra; le sue gambe lunghe e s...

Leggi tutto l'articolo