cronaca di una morte annunciata

ieri sera torno casa a mezzanotte circa..
dopo 13 ore di lavoro ho sempre pensato che uno avesse diritto, che ne so, a stendersi sul divano e fissare il soffitto..
e invece no..
trovo la casa infestata di moscerini..
il fenomeno l'avevo gia' notato nei scorsi, ma avevo soprasseduto, un po' perche' non avevo l'energia per affrontrarli, un po' perche' non erano poi cosi' tanti..
ieri invece erano tantissimi..
il mio capo d'ufficio ripete spesso che quando conosci la causa di un problema il problema e' risolto..
io la causa la conosco (sono quei cazzoni dei vicini che si mettono a fare il vino, attirando quindi questi simpatici animaletti), ma non mi risolve un cazzo..
e non posso neanche chiedergli qualche bottiglia come risarcimento, perche' il loro vino mi fa schifo..nella mia ingenuita', penso di stroncarli uno ad uno..l'inconveniente e' che i muri si riempono di tracce di sangue..
bene, mi dico..
i moscerini spiaccicati serviranno di esempio per gli altri..
ma questi animali sono piu' intrepidi o coglioni di quanto presupponessi, perche ne ammazzi uno e ne spuntano dieci..alle 02.15, contravvenendo alle leggi internazionali, deciso di usare le armi chimiche..
opto per un cif ammoniacal spray, con il quale tipo shining vago di stanza fino alle 05.00..
il problema e' quando devi beccare quelli in alto, perche' il cif ti ritorna giu' sugli occhi e sui vestiti..
infatti sono andato a letto  totalmente sgrassato..la mattina una scena apocalittica..
i muri zeppi di moscerini morti, che nella migliore delle ipotesi mi tocchera' raccogliere stasera..
nella peggiore ne trovero' di nuovi e vivi..un paio di moscerini comunque, i piu' in gamba evidentemente, sono sopravvissuti..
svolazzavano come se nulla fosse..
li ho lasciati andare.. 

Leggi tutto l'articolo