da “1973, Hotel Bellevue de la mer, camera 51”, Bazzotto, semirigido, rigido. Duro! - #013

Bazzotto, semirigido, rigido. Duro!
L’ascensore mi portò in cima dove mi aspettavo di trovare tutta la famiglia ancora addormentata. Invece trovai mia madre e mia sorella intristite in una stanza piena di scatoloni: “Vostro padre è stato licenziato. Entro domenica dobbiamo lasciare l’appartamento”
La mia vita cambiò. Più accademia di danza per me, cameriere su un transatlantico per mio padre. La parte italiana della famiglia trovò a me, mia sorella e mia madre questo lavoro Ed eccomi qui»
E lasciò il suo corpo in balia dei desideri di Tlìc. Anche se la terapia anafrodisiaca a base di Pernod e ghiaccio prolungava il suo effetto: l’uccello volgeva disperatamente il capo verso il basso.
Tlìc si stava innervosendo: «Guarda qui che figura di merda. Colpa del tuo schifoso pastis...» e giù ‘porco qui’... ‘porco là’
Rosy che un po’ si sentiva in colpa e che di cazzi, almeno a sentir Lei, se ne intendeva, fece la sua ragionata proposta prendendoglielo dolcemente in mano:
«Sai cosa ci vuo...

Leggi tutto l'articolo