da “1973, Hotel Bellevue de la mer, camera 51”, All’inizio fu rumba, 33

All’inizio fu rumba
Tlìc si mise il meglio del suo guardaroba: calzoni grigi di seta, una LaCoste bianca con coccodrillo rosso, spianata quella stessa sera. Mocassini neri senza calze. Non aveva indossato ne slip ne boxer.
 
Guardò l’orologio e gli sembrò presto per presentarsi a Marie Claire. Così decise di ingannare il tempo con un buon aperitivo. E si avviò verso il bar.
«Come sei elegante, Tlìc! – Quella sera il bar lo gestiva proprio Marie Claire che sorniona si compiacque che il ragazzo era impegnato a dare il meglio di sé per quell’appuntamento – Posso fare io stasera?» e gli servì una fresca coppa di champagne.
«Non mi fai compagnia?»
«Voglio cominciare piano. Avremo molto tempo per brindare stanotte. Se vuoi posso berne un sorso del tuo» e si avvicinò alla coppa mentre lui beveva. I loro nasi si trovarono a un centimetro l’uno dall’altro. Tlìc odorò la sensuale fragranza delle labbra di lei e subì il magnetismo di quella femmina. Il cazzo emise inequivocabili sollecitazi...

Leggi tutto l'articolo