dischi colorati

Josh pensò che gli esseri umani sono strane creature.
Sono tante cose diverse allo stesso tempo, e provano emozioni così contrastanti.
Amore e odio, gioia e disperazione, coraggio e paura.
Come se fossimo grandi dischi che ruotano, di tutti i colori possibili e immaginabili, sui quali la luce si sposta di continuo, danzando.
Rivide tutti quei volti, giovani e vecchi, che ridevano e piangevano.
Sembrava che l'età non contasse: a diciassette o a settanta, il disco era sempre lì che girava.
Forse con il passare del tempo diventava un po' più semplice riconoscere i colori e sapere con certezza cosa stavi guardando e cosa significava quello che vedevi.
dal libro "Quando il cielo si divide" di Nicholas Evans Cambio colore continuamente, mentre giro...giro....giro.
Vertigine poi stabilità e ancora vertigine.
Poi riprendo la corsa ed emetto nuove sonorità, e ondeggio tra silenzio e ritmi allegri,  poi melodie più soft e infine rock scatenato.
E in tutto questo girare , girare.....
sono in buona compagnia , il che non è affatto male no?  ^__* 

Leggi tutto l'articolo