freccia ultimo saluto

Primavera ,prima erba nei prati, le cavalle orammai appesantite dalla gravidanza ,pascolano tranquille ai primi raggi di sole, in lontananza il nitrito dello stallone,risuonava nella valle...poi...eccoti li' tranquilla lenta ,con i tuoi occhi che dicevano mille cose ,  mi raggiungi, mi sfiori la spalla, mi annusi le mani come in un vecchio gioco di tanti anni fa, ti accarezzo splendida amica mia , ti sfioro il manto poi,d'immprovviso..
eccolo li' traballante ,ancora umido,tutto nero con una macchia in fronte ,con quel buffo ciuffo tra le orecchie..mi guardi ancora una volta sommessamente lo chiami ,lui mestamente, timorosamente si avvicina, in un attimo e' accanto a te, mi guardi per un'ultima volta prima che il mio treno riparta e lentamente ti allontani, prima di riprendere il tuo  galoppo sento il tuo nitrito come ultimo saluto...
addio FRECCIA

Leggi tutto l'articolo