gentleman VS gentlewoman

  È molto più facile essere un eroe che un galantuomo.
Eroi si può essere una volta tanto; galantuomini, si dev'esser sempre.
 Luigi Pirandello  Il gentleman è un uomo che ricorda il compleanno di una signora e ne dimentica l'anno di nascita.
Judy Garland    La vera arma di ogni gentiluomo è la sua eleganza: con quella si poteva fare tutto – rapinare, uccidere, rubare, mentire – senza mai essere sospettati.  Nicolai Lilin Se dico uomo gentile penso a un uomo di oggi, a uno come tanti, a uno come i più.
Se dico gentiluomo mi catapulto indietro di anni e di decenni: penso a una sorta di cavaliere un po’ manieroso e un po’ossequioso, formale ed elegante.
Invece non è così.
A dirlo è Contry Life, una rivista inglese:  il gentiluomo esiste ancora .
Il suo identikit? Sarebbe racchiuso in 39 regole.
Per esempio il gentiluomo di oggi usa il cellulare in modalità silenziosa soprattutto a tavola; sui social non fa uso di emoticon;  sa rapportarsi ai bambini; sa slacciare un reggiseno con una sola mano.
Ad ogni presentazione ripeterà il proprio nome a ciascuna persona cui stringerà la mano , sa annodare il papillon e cucina perfettamente l’omelette.
Mette fine a una relazione guardando la sua lei negli occhi, sa sempre quando tacere e quando applaudire.
Non avrà mai un chihuahua da portare a spasso, né il garofano all'occhiello ma avrà un vestito fatto su misura.
Neppure a 40° indosserà i sandali .
Sa che la barba si può rasare, ma che il tatuaggio è permanente.
E la *gentlewoman* , o meglio,  il corrispettivo al femminile, a quali  regole dovrebbe attenersi per essere definita tale?

Leggi tutto l'articolo