gli alberi

Gli alberi   Devi essere uno di loro Vegetativo nel midollo Anello dopo anello narrare Una spessa corteccia a preservarti L’interno dal logorio Radicalmente invisibile Questa  lentezza in fondo alle cose immobili Non solo Anche la vita va osservata dal di sotto Infinitesima Non avere fretta o fine Come le nuvole che passano Irripetibili quanto alle forme In amicizia coi venti Se si ha occhio il cielo te lo trovi tra i rami E la pietra a fare d’ancella alla tua eternità   Vivano oppure non vivano non ci lascia indifferenti.

Leggi tutto l'articolo