grigio di giugno...

una domenica di giugno, il mio mese.
Grigia come il cielo di novembre, umida come certi giorni d'autunno e placida...
Restare tutto il pomeriggio in casa a leggere, guardare la tv, pensare che ci sono sempre un sacco di cose da fare e rimandarle comunque, solo perché non ho voglia di collegare le sinapsi e far funzionare il cervello...
Meno male che il sistema simpatico funziona da solo, in caso contrario a volte smetterei anche di respirare.
Una domenica così, sola con me stessa e con qualche amico...
una domenica di silenzi densi, da tagliare col coltello...
di riflessioni riguardanti questa vita, a volte esaltante altre tabula rasa.
Mi capita di pensare che nei film capita sempre qualcosa, accadimenti che sconvolgono, avventure che catturano.
Il film della mia vita è bello comunque, anche se non sono un eroe, anche se di eclatante non capita mai nulla, non sarei certo  in grado di affrontare quello che i protagonisti riescono ad affrontare nei film, si trasformano da impiegati sedentari a super uomini e le donne reagiscono al pericolo e all'ingnoto tipo wonder woman.
Rido...
quando ci accade qualcosa di diverso dalla solita routine andiamo quasi sempre in panico...
alla faccia dei supereroi...  La mia domenica è stata solo e dolcemente la mia domenica...nulla di più...
e va bene così...
Sento che oggi mi accadrà qualcosa di bellissimo, e che nessuno si permetta di parlarmi di tasse...
già il fatto di riuscire a pagarle mi rende un super eroe   

Leggi tutto l'articolo