grillo,m5s,non è andare al proprio funerale andare in tv, e che bisogna scegliere che tv, ad esempio alla 7 si può e si deve andare,i voti si prendono anche da chi non ha internet, e sono milioni,oggi dobbiamo vincere,abbiamo bisogno di informare tutti

anche la vecchietta,il pensionato,il ragazzo,tutti vanno informnati sul programma ,ma sopratutto su cosa hanno fatto i partiti fin'ora,la gente deve sapere che quando paga la bolletta della luce,il gas ecc paga per mantenere 100.000 pensionati d'oro che costano 13 miliardi l'anno,deve sapere che camera e senato oltre allo spoot per la riduzione di spese altro non hanno fatto che aumentarle in realtà,la gente deve sapere che non mantiene la politica ma gente affamata senza nessuono scrupolo e amor di patria,ma solo amore del proprio portafoglio che ci ha rovinati,che ci stanno portando al fallimento del paese,deve sapere che costiamo più di tutte le democrazie al mondo, chye la corruzione è ovunque pure magari nel suo comune, che la salute è tutelata solo quella dei politici e dei ricchi il resto è carne da macello, e se la gente sa non li vota più,ma per sapere non basta un pc e ragazzi giovani e bravi, ci vuole di più, anche le tv locale, io spenderi un pò di soldi per fare sapere, perchè la pubblicità è una cosa, ma informare, diffondere verità scomode è lecito e doveroso, dunque grillo faccia riflessione e si cominci a pensare che probabilmente se la gente è informata alle elezioni vinciamo,mi ci metto pure io,perchè se vince grillo,noi tutti i cittadini onesti vinciamoDa mesi, con un ritmo sfiancante, i quotidiani, e le testate on line che vivono di notizie "copia e incolla" e rimbalzano le falsità, insultano, diffamano, spargono menzogne, inventano fatti, creano dissidi inesistenti, diffondono odio su di me e sul MoVimento 5 Stelle.
Danno spazio a personaggi che non intervisterebbe neppure un giornalino scolastico, scavano nel passato e osservano con una gigantesca lente di ingrandimento il presente dei consiglieri 5 Stelle per trovare il più piccolo indizio per dimostrare che il M5S è uguale agli altri, peggio degli altri e, se messo alla prova, ruberebbe più di qualunque partito.
Nulla gli è perdonato, soprattutto l'onestà.http://www.beppegrillo.it/Il segnale dell'inizio delle ostilità è stata la vittoria di Parma.
Da allora, l'informazione italiana ha un solo bersaglio, il M5S.
Chi ne fa parte è diventato un illuso o uno scarafaggio, un "cafard" da denigrare, da eliminare dalla vista degli italiani.
La Radio Televisione Libera delle Mille Colline Italiana sta facendo a tempo pieno il suo sporco lavoro per garantire la continuità del Sistema alle prossime elezioni politiche.
E' necessario "tagliare la cima degli alberi alti" per mantenere l'attuale classe politica al potere [...]

Leggi tutto l'articolo