http://tv.repubblica.it/copertina/berlusconi-forse-stop-a-borse/25032?video

Osservavo il filmato al link in oggetto e mi sembrava di notare come: "l'occhio destro si presentasse e si muovesse in modo ben diverso dal sinistro".
Ora, io gli auguro vivamente che ciò non sia pre-segnale di niente, però, io che sono iper-teso ed ho pure l'età del nostro premier, mi farei visitare bene da uno di fiducia come il catanese Scapagnini, almeno se è ancora in circolazione, ovvero il sindaco-medico personale del premier diventato famoso con la gestione esemplare del Comune di Catania e comunque, credo, oggi fatto, onorevolmente, onorevole.
Io, nel frattempo, per non sapere né leggere, né scrivere: Prego!   Intendo dire che prego per la Sua salute! (Ci mancherebbe pure che a Palazzo Chigi, oltre ad Umberto Bossi, peraltro perfettamente guarito....) dalla Rete: "L'ictus cerebrale è la causa più frequente di disabilità in persone adulte e una delle più frequenti cause di morte.
Due terzi dei casi si verificano sopra i 65 anni, ma possono essere colpite anche persone giovani.
I sintomi sono dovuti alla perdita transitoria o permanente di determinate funzioni cerebrali e dipendono dalla localizzazione del danneggiamento strutturale all'interno del sistema nervoso centrale, causato da una riduzione del flusso sanguigno (ischemia, infarto, 90% dei casi) o dalla rottura di un vaso sanguigno (emorragia,10% dei casi).
Il termine TIA ('Transient Ischemic Attack') denominava nella vecchia definizione un'ischemia transitoria i cui sintomi si risolvono entro 24 ore, oggi questa formale distinzione non viene più ritenuta significativa e anche le TIA, se confermate tali, sono considerate ischemie.
Le TIA spesso annunciano la prossima manifestazione di un'ischemia più seria con sintomi non reversibili."

Leggi tutto l'articolo