i rolex dato al figlio lupi l'ho pagato io con le tasse,

il rolex dato al figlio di lupi l'ho pagato io con le tasse, dunque è giusto che sappia e che gli oggetti regalati tornino alle casse dello stato altro che legge bavaglio,ci vuole legge calcio nel culo e resa dei beni intascati con l'inganno intercettare un ministro,che risulta non indagato,dunque,secondo i culi marci dei nostri politici le intercettazioni devono rimanere segrete, allora facciamo due conti,il ministro lupi ha dei benefici da questo amico incalza, vestiti di alta sartoria ( 700 euro cad.
minimo)per se e figlio,viaggi,vacanze e poi chissà cosa altro,e un rolex per suo figlio del valore di 10.000 ,se il regalo lo avesse fatto pinco pallino,cioè persona estranea a appalti e soldoni che girano sarebbe anche giusto fosse cosa priovata, chi impedisce gli amori gay,uno può al suo innamorato e suo figlio dare regaloni e altro,ma si da il caso che quest'uomo gestiva miliardi dello stato con lavori a costi gonfiati,e del 40% minimo ,adesso io che pago le tasse non devo sapere che loro,fra loro si fanno favori e regali coi soldi miei,ma dove siamo nel paese dei balocchi?Il rolex l'abbiamo dato noi al figlio del lupi,i vestiti,sempre noi e vacanze e viaggi sempre soldi nostri,dunque perchè non devo sapere che uno che si spaccia per fedelissimo a dio e la chiesa mi inchiappetta per bene e chissà cosa altro s'è preso sto lupo de mierda, adesso dobbiamo essere noi cosa riguardo a gente che ruba a piene mani, metà parlamento che ruba,fa leggi puzzolenti e pure il vaticano che parla delle puzze altrui,ma le sue le nasconde con l'incenso,ma possibile che non capiscono che una botta oggi e una domani,più le passate, può darsi che in italia altro chi isis, i giacobini ci sarebbero se non ci fosse grillo come argine,sono solo criminali,altro non si può dire Dell’intervento sulle intercettazioni la politica discute da un decennio, in particolare su un intervento che limiti drasticamente la possibilità di pubblicare sui media i contenuti delle conversazioni registrate dagli investigatori e trascritte in atti giudiziari depositati.
Il tema è tornato di attualità in questi giorni, con le dimissioni del ministro Maurizio Lupi per quanto emerso dalle carte dell’inchiesta Incalza, nella quale non era indagato.
E quando alla Camera si è acceso lo scontro interno alla maggioranza tra Ncd e Pd sull’allungamento dei termini diprescrizione dei reati, passato con l’astensione dei primi, il segretario Angelino Alfano ha rilanciato, mettendo sul tavolo la riforma delle intercettazioni.
Intercettazioni, Renzi: “La [...]

Leggi tutto l'articolo