i suoi occhi...e mi riperdo in questo mare

Prendi possesso dei miei fianchi.della mia bocca,della carne piu calda e piu'ostile..avrai la mia dolce sottomissione..prendi i miei capezzoli sfiorali  lentamente nell'inganno della dolcezza prima che il dolore pervada la loro essenza...e avrai la mia dolce sottomissione...  sfiora con la tua lingua sapiente il collo a calmare i battiti violenti del tuo possesso ,a fugare dubbi ,a lenire dolori prima che i denti forti e decisi lascino segni indelebili del loro passaggio e sussurra parole nuove fatte di silenzi e respiri placanti in aliti caldi di vino e di menta prima che le parole note cariche di vento e di freddo mi portino via nuovamente...con il tuo dolore nel corpo e nell'animo...chinati  sul mio essere stanco e arreso a segnare ogni angolo ogni curva ogni discesa invitante sollevando richieste di attesa e di timore, in un incessante andirivieni di colpi ,carezze e baci e resta sovrano di un corpo mentre la mente libera irride la debolezza del suo involucroLacera luoghi inaccessi...

Leggi tutto l'articolo