iL MosTrO di WiReLeSs

«Egli è là, ci irradia dall'alto con il suo tricorno feroce ed impassibile...
conta sul fatto che nessuno badi a lui e, proprio quando meno ce lo aspettiamo, ci attacca con i suoi raggi penetranti!» Scherzi a parte, ma perché dev'esserci il Wireless in una Scuola elementare? Si presume che gli alunni non utilizzino i loro pc portatili per chissà quali applicazioni o approfondimenti.
Immagino che nemmeno le docenti navighino su Internet durante le lezioni...
e allora PERCHE'? Per l'utilizzo del registro elettronico basterebbe tenerlo acceso pochi minuti...
Spero tutti ormai sappiate che le onde elettromagnetiche sono DANNOSE per l'organismo, in particolare per i bambini, anche se tale rischio non è ancora stato quantificato..
in pratica SIAMO NOI e i NOSTRI BAMBINI che potremo fornire per primi i dati certi sulle malattie dovute all'elettrosmog ! Ma le nazioni più evolute e sensate stanno già correndo ai ripari, limitando l'uso del wireless almeno nei locali pubblici frequentati da bambini ! Andate a vedere il testo della Risoluzione dell'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa del 27 maggio 2011, http://www.infoamica.it/wp-content/uploads/2012/06/Risoluzione-europea_campi-elettromagnetici.pdf , vi accorgerete che il problema esiste, ECCOME !!! Parlano chiaramente di vari rischi, fra cui il tumore alla testa (!) , fanno capire che finora i limiti imposti a queste apparecchiature erano basati solo su alcuni aspetti meno dannosi, come il calore che producono , e non effetti biologici ben più gravi !, invitano i governi europei ad applicare un PRINCIPIO DI PRECAUZIONE , insomma sanno che IL PERICOLO C'E' e se non vogliamo ascoltarli presto potranno dirci "noi ve lo avevamo detto...!" quando emergeranno i danni dell'inquinamento elettromegnetico ! A casa propria ognuno può fare quello che vuole, dal wireless al cordless ai babyphon, ci mancherebbe ! Ma almeno a scuola, per quelle ore, potremmo offrire un ambiente il più sano possibile ai nostri figli ? Con quale presunzione possiamo negare che queste onde siano pericolose, quando lo stanno riconoscendo un sempre maggior numero di scienziati e di nazioni ? Così, dicevamo, sta accadendo in Germania, nel Regno Unito, in Belgio, a Taiwan, in varie località della Francia ,..
se volete altri esempi cliccate qui http://www.infoamica.it/category/elettrosmog/o qui per esempi riguardanti le scuole:http://e-smogfree.blogspot.it/search/label/Scuola%20pubblica.
Mi sembra che come al solito ci siamo lasciati abbindolare dalla novità e dalla pigrizia aderendo in massa al [...]

Leggi tutto l'articolo