il cavaliere ha 15 punti di preferenza in meno di Prodi quando Governava ma la TV non dice nulla!?

questi sono i NUMERI....
l'unica differenza tra Oggi e Prod è che le televisioni parlano di altro....
Rom, Sicurezza, Giudici, Rapimenti....
non parlano di quello che c'è scritto in questo articolo e neppure del piccolo PROBLEMA DI ARRIVARE ALLA QUARTA SETTIMANA PER NOI OPERAI ED IMPIEGATI!!!!! e poi dicono che le televisioni sono della sinistra....!? Il Cavaliere scende dal 61,4% al 46,4%, ma il leader Pd fa anche peggio e cade dal 65% al 40,7%.
Prodi, due anni fa, era al 59% Il Paese in piena sfiducia Crollano Berlusconi e Veltroni Largo dissenso sul carattere "ad personam" delle iniziative in tema di giustizia I partiti: fermo il Pdl, cala il Pd.
Crescono Idv, Udc e Lega Tre mesi dopo le elezioni il Paese è tornato alla normalità triste degli ultimi anni.
Sprofondato nella sfiducia.
Berlusconi non ha fatto miracoli, neanche stavolta.
D'altronde, a differenza del passato, in campagna elettorale non li aveva promessi.
Né, probabilmente, gli elettori gli avrebbero creduto.
I DATI COMPLETI SU "ATLANTE POLITICO" clicca su "continua" per vedere tutti i dati:I DATI COMPLETI SU "ATLANTE POLITICO" Gli italiani non hanno votato per lui, il Pdl e la Lega sulla "fiducia".
Ma per "sfiducia" nei suoi avversari.
Nell'Unione che aveva governato, faticosamente, per neppure due anni.
Tre mesi dopo il voto la nebbia è ripiombata e ha avvolto tutto e tutti.
Veltroni e il Pd, che nelle stime elettorali scivola indietro.
Ma anche Berlusconi e il governo.
Verso il quale esprime fiducia il 44% degli elettori.
Quindici punti in meno (ripetiamo: 15) rispetto al gradimento ottenuto dal deprecato governo Prodi esattamente due anni fa.
Tre mesi dopo il voto, come oggi.
Certo, nel luglio 2006 Prodi aveva "monetizzato" alcuni importanti successi, politici e non: a) il referendum che aveva bocciato le riforme istituzionali volute dalla precedente maggioranza di centrodestra; b) la soddisfazione suscitata dal decreto Bersani sulle liberalizzazioni; c) infine, la vittoria della nazionale italiana ai mondiali di calcio in Germania.
Un patrimonio di fiducia che il governo Prodi avrebbe dissipato in fretta, a partire dalla legge sull'indulto, poche settimane dopo.
Tuttavia, due anni fa, l'Unione aveva vinto le elezioni quasi per caso, mentre il centrodestra di Berlusconi, tre mesi fa, ha conseguito un trionfo.
Ciò nonostante, nel Paese è tornata la sfiducia di sempre.
Quattro le ragioni, suggerite dal sondaggio.
1.
In primo luogo, l'insoddisfazione verso le prospettive dell'economia nazionale e familiare: mai così elevata, mai così diffusa negli [...]

Leggi tutto l'articolo