il mare

Bella, sognante quest'infinita distesa blu che puoi veleggiare, assaporandone la bellezza e la serafica tranquillità, puoi sognarne le illusioni e, approfondendo con cognizioni di scienza, ricercarne i profondi segreti...Quella stessa immensità azzurra può cambiare improvvisamente di colore e pretendere i suoi momenti di furore.
Comprendi allora, con sgomento,  che quella tanto rimirata  bellezza s'infrange tra cielo e abissi togliendoti il poetico  e lasciando a tua disposizione il concreto, per visitare nella piccolezza umana, un elemento nuovo.. Non arrivi ad immaginarlo quando l'altezza e la forza delle sue onde  supera la prua abbattendosi poi sul ponte della nave nel mare in tempesta, quando l'uomo deve prenderlo di petto e, se non vuol soccombere, deve essere più forte di quel liquido impazzito.
Maestria e competenza per dominarlo, ormai divenuto un blu-nero e di marmorea consistenza...Il mare...uno sconosciuto...puoi amarlo o temerlo.  Io decisamento non l'amo, pur provand...

Leggi tutto l'articolo