il nero di Céline (17)

sociologia di yankee sotto il vetrino "Erano delle coppie che andavano a dormire.
Sembravano disfatti come la gente di casa nostra, gli americani, dopo le ore verticali.
Le donne avevano cosce molto piene e molto pallide, quelle che ho potuto vedere bene almeno.
La maggior parte degli uomini si rasava fumando un sigaro prima di coricarsi.
A letto prima si toglievano gli occhiali e poi la dentiera in un bicchiere e mettevano tutto in evidenza.
Non avevano l'aria di parlarsi tra loro, tra sessi, proprio come in strada.
Li si sarebbe detti dei docili bestioni, abituati ad annoiarsi.
Non ho scorto che due coppie in tutto farsi alla luce le cose che mi aspettavo e senza alcuna violenza.
Le altre donne, loro, mangiavano caramelle a letto aspettando che il marito avesse finito la toeletta.
E poi, hanno tutti spento.
E' triste la gente che si corica, si vede che se ne fottono che le cose vanno come vogliono loro, si vede che non cercano mica di capire loro, il perché uno è là.
Gli fa proprio lo stesso.
Dormono non importa come, è tipico dei gasati, dei babbioni, dei non suscettibili, americani e no.
Hanno sempre la coscienza tranquilla."non siamo miiiiiiiica gli americaniche loro possono sparare agli indiani!

Leggi tutto l'articolo