il ponte sull'astico

Menu principale:
Questa grande opera di ingegneria civile,che mai si sarabbe dovuta demolire a ricordo per le generazioni future, eccone varie tappe: il collaudo: 29 maggio 1909: è il giorno dei collaudi ufficiali per il nuovo viadotto sull’Astico, e a Schio si aspettano con fiducia i risultati.
Le importantissime prove statiche e dinamiche, eseguite sulla travata metallica del ponte, ebbero luogo alla presenza degli ingegneri Maioli e Fabbris dell’Ispettorato governativo di Verona, del progettista ing.
Voghera e della Direzione dei lavori.
Il viadotto era considerato all’epoca un’opera grandiosa e arditissima.
Era composto da tre imponenti archi in muratura sulla sponda di Cogollo e di una spalla, pure in muratura, sulla sponda di Rocchette.
Fra quest’ultima ed i tre archi gli ingegneri avevano fatto gettare una travata metallica a parabola rovesciata, la prima di quel tipo eseguita in Italia, lunga 92 metri e larga 4 e mezzo.
La struttura si sopraelevava di circa 70 metri dal fondo d...

Leggi tutto l'articolo