il vento

Il  Vento
 
Il vento aveva portato da lontano un odore di tulipani conosciuto…
mi girai di scatto… la vidi… i raggi del sole calante facevano capolino tra le nuvole in cielo e le spighe di grano giganteggiavano nei prati…
chiusi gli occhi incredulo prima di precipitarmi giù in strada…
la guardai un istante e capii che era tornata per restare…
Andai da lei e, guardandola negli occhi, non riuscii a dire nulla…
mi sorrise… le sorrisi…
Eravamo lì, immobili, a fissarci l’un l’altro… nulla poteva distrarci in quell’istante infinito, nemmeno il candore di una stella cometa…
il vento portava seco il rumore della carrozza che l’aveva condotta fino a me... 
noi, memori di un passato lontano tornato presente, non muovevamo un solo muscolo...
In un fragore di timidi sguardi, i nostri cuori iniziarono a pulsare all’impazzata nonostante il silenzio evanescente che regnava nell’aria...
Il vento che aveva portato da lontano l’odore di tulipani, cessò di colpo, quando un Angelo ci coprì con il suo cand...

Leggi tutto l'articolo