l'amministratore infedele

A Verona Am.
8,4-7   1Tm 2,1-8  Lc 16, 10-13   Iniziamo da San Paolo: uno solo è Dio e uno solo è il mediatore: Cristo.
Questa è la salvezza portataci da Gesù: non vuol dire “buttare” i valori terreni, ma riconoscere che questi hanno un valore secondario.
Oggi siamo portati a guardare di più ai valori terreni e a mettere in secondo piano i valori di Dio.
La parabola dell’amministratore infedele ci invita a cercare questi valori: dobbiamo mettere il nostro tempo, il nostro denaro, la nostra creatività ed il nostro coraggio al servizio di Dio, e quindi dei poveri, dei meno fortunati (l’amministratore del vangelo aiuta i poveri).
Questo vuol dire avere ed usare abilità e coraggio nel procurarci il bene essenziale, la salvezza eterna.

Leggi tutto l'articolo