la dea

CIBÈLE (C1-C4) Al tro nome di Rhea, sposa di Crono e quindi madre di Hestia o Vesta, Demetra o Cerere, Hera o Giunone, Hades o Plutone, Poseidone o Nettuno, Zeus o Giove.
Personificazione della Madre Terra, protettrice della vegetazione e della agricoltura.
Dea della terra feconda, chiamata la Gran Madre degli dei, identificata con Rea, probabilmente di origine frigia.
Aveva tanti nomi quanti erano i luoghi nei quali si adorava.
Così era detta Pessinunzia, Idea, Dindimea, Berecinzia, dalle città di Pessinunte e Berecinto e dai monti Ida e Dindime, tutti nella Frigia.
S'innamorò del pastore Attis e lo tramutò in pino.
Il suo culto si diffuse in Grecia e poi a Roma verso la fine del III sec.
a.C.
I suoi sacerdoti Coribanti e Galli usavano evirarsi per ricordare il gesto dell'infedele Attis, che s'era così punito.
Veniva raffigurata come una matrona seduta in trono fra due leoni.
A Roma era chiamata Magna Mater Deum Idaea.

Leggi tutto l'articolo