la mia città

  Milano vicino all'Europa Milano che banche che cambi Milano gambe aperte Milano che ride e si diverte Milano a teatro un ole' da torero Milano che quando piange piange davvero Milano Carabinieri Polizia che guardano sereni chiudi gli occhi e voli via Milano a portata di mano ti fa una domanda in tedesco e ti risponde in siciliano poi Milan e Benfica Milano che fatica Milano sempre pronta al Natale che quando passa piange e ci rimane male Milano sguardo maligno di Dio zucchero e catrame Milano ogni volta che mi tocca di venire mi prendi allo stomaco mi fai morire Milano senza fortuna mi porti con te sotto terra o sulla luna Milano tre milioni respiro di un polmone solo Milano che come un uccello gli sparano ma anche riprende il volo Milano piovuta dal cielo tra la vita e la morte continua il tuo mistero Milano tre milioni respiro di un polmone solo che come un uccello gli sparano ma anche riprende il volo Milano lontana dal cielo tra la vita e la morte continua il tuo mistero milano milano....sei la mia condanna....mi fai incazzare, ogni giorno che passa fai sempre più schifo e mi fai venire voglia di scappare ma poi quando torno, anche solo dopo due giorni, mi accogli con quel falso sorriso che mi frega come se fossi un turista giapponese con la polaroid al collo che viene a fotografare i piccioni che cagano in piazza del duomo....
molti di voi penseranno giustamente....che merda di città....come non biasimarvi? se non fossi quello che sono la eviterei come la peste ma non ci riesco....o meglio NON POSSO....
nato e vissuto dentro la circonvallazione ho avuto la fortuna di avere il nonno migliore di questo mondo che mi ha preso per mano e trattandomi da uomo quando non avevo ancora 6 anni mi ha fatto scoprire gli angoli più nascosti e preziosi, quelli che solo chi aveva fatto la guerra e ricordava la vera città nella città poteva conoscere infanzia, adolescenza, crescità, amicizie, alcol, droga, amore, sesso, maturità (ancora poca a dire il vero) metteteci voi quello che volete ma tutto sempre dentro queste strade freddissime d'inverno e bollenti d'estate....come posso odiarti? come posso rinnegarti? sei il teatro della mia vita con te ho vissuto molte commedie ma anche drammi, sei dentro di me e non posso farne a meno voglio andarmene, ne sono convinto e sicuro, non so se sarà per sempre o per del tempo ma ho bisogno di staccarmi da te, voglio provare a cambiare teatro ma so già che niente e nessun posto sarà come te // //-->

Leggi tutto l'articolo